In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]

Cosa sapere prima di scegliere un divano?

Scegliere l'arredamento di una casa non è mai facile perché ci sono così tanti aspetti da analizzare nella scelta che non sempre si è in grado di coniugare eleganza, design e qualità.

Arpa arredamenti, divani di qualutà | 0424 561311

Arpa Arredamenti, con sede a Belvedere di Tezze sul Brenta, vicino a Bassano del Grappa, provincia di Vicenza, è un'azienda che nel proporre l'acquisto dell' arredamento, cerca di evidenziare e far capire a chi spende quali possano essere i parametri qualitativi sotto i quali è sempre consigliato non scendere e il giusto rapporto qualità-prezzo. La qualità costa, ma non sempre spendere tanto è sinonimo di qualità quindi l'unica "arma" che permette di fare un buon acquisto è la conoscenza!

Per acquistare un divano di qualità bisogna prima di tutto capire cosa rende un divano di qualità.

Cosa è necessario sapere prima di scegliere un divano?

Ci si rende conto da professionisti del settore che è importante, prima di spendere,  fare chiarezza su cosa sapere prima di scegliere un divano, perché l'offerta è molto vasta e spesso ambigua per questo cercheremo in questa pagina di dare informazioni utili per saper individuare in un prodotto importante come il divano, la massima qualità e dare così un ancoraggio economico che permetta di trovare un ottimo compromesso tra

  • spesa
  • design
  • qualità

Non sempre ci si rende conto di quanto il divano possa essere usato in una casa, se ci sono bimbi ancor di più, e questo marca ancora di più l'importanza di fare un acquisto di qualità.

È doverosa una premessa, prima di parlare nello specifico di cosa sapere prima di scegliere un divano: il contesto, l'esigenza (quindi tessuto, colore, misure) e l'utilizzo del divano sono aspetti da considerare sempre ma che devono essere associati ad un acquisto di qualità. In questa pagina daremo poco spazio alle considerazioni personali e alle singole esigenze perché sono appunto questioni che devono essere analizzate di caso in caso.

Un divano di qualità è di qualità sia che si pari di 2 posti, 3 posti, 4 posti, angolare o dritto, di pelle o in tessuto quindi prima di tutto si farà una panoramica sui dettagli che rendono un divano di qualità poi si faranno le opportune considerazioni sulle esigenze del cliente (che converrebbe sempre fare di persona con l'arredatore).

 La struttura di un divano

Fusto in legno massello di un buon divano

Perché è importante capire come è fatta la struttura di un divano prima di fare un acquisto?

Tra le cose da sapere prima di scegliere un divano c'è la composizione della struttura. Serve fare molta attenzione quando si vuole acquistare un divano perché la struttura può influire non poco sul prezzo e, non da meno, sulla qualità del prodotto.

Legno massiccio, piuttosto che truciolare, ad esempio, sono alla base della lavorazione della struttura di un divano quindi saper fare le giuste domande prima di spendere, significa acquistare o meno un divano di alta qualità.

Un divano di qualità ha una struttura in legno massello con al massimo parti non portanti in faesite e truciolare.
Un dovano economico ha una struttura in fibra di legno o scaglie di legno o truciolare con particolari in faesite e/o fibra di carta.

Sui divani economici si arriva ad avere strutture in truciolare o in osb di spessori molto piccolo ( tipo 1 cm ) mentre su quelli buoni si usano travi di legno massiccio sp. 1.8 - 3 cm e solo sulle parti non soggette a sollecitazioni (tipo le schiene ecc. ) viene usato del truciolare o faesite o entrambi.

Con il termine OSB (Oriented Strand Board) si indica un materiale a base legno costituito da diversi strati, a loro volta composti da trucioli di legno prevalentemente lunghi e stretti (strand) assemblati con un legante (colla).

La faesite è un materiale che si ottiene lavorando e impastando con una certa pressione la fibra di legno con colle termoindurenti. Lo spessore della faesite è in genere di 3 mm e la si riconosce perché ha una faccia liscia e una faccia quadrettata che assomiglia al tessuto. Non serve dire che la sua consistenza è molto inferiore al legno massello e un suo utilizzo nella realizzazione di un divano, soprattutto se in punti portanti, rende quest'ultimo di bassa qualità.

Truciolato, o truciolare, è il nome con cui vengono indicati, comunemente, i pannelli in fibra di legno composti di trucioli risultanti dallo scarto delle normali lavorazioni del legno. I trucioli vengono impastati con materiali leganti e quindi pressati per produrre i pannelli; i pannelli ottenuti possono essere di diversi tipi a seconda del tipo di truciolo. Alle colle possono inoltre essere addizionati agenti idrofobizzanti, fungicidi, ignifughi, ecc. Con lo stesso nome si può indicare anche il materiale ligneo di base, cioè l'agglomerato di trucioli impiegato per produrre tali pannelli. Si veda la fonte (wikipedia)

 La seduta di un divano

cinghiatura incrociata di un buon divano

La seduta di un divano è un altro aspetto da analizzare bene perché è un altro ingrediente da "riconoscere" tra le cose da sapere prima di scegliere o di acquistare un divano.

Sotto il cuscino di seduta di un divano di qualità c'è una cinghiata stretta, una cinghiatura di altissima qualità è incrociata.
Sotto il cuscino di seduta di un divano economico c'è una cinghiata larga non intrecciata o, peggio, essa è realizzata con un pannello di compensato o truciolare.

 Imbottitura di un divano

Fogli gommapiuma di diversa densità

Cosa sapere prima di scegliere un divano? L'imbottitura può essere un valore aggiunto o un punto debole dell'acquisto, quindi attenzione.

Nell' 700 e fino a metà del 900, l'imbottitura dei divani veniva realizzata con una cinghiatura di juta che supportava delle molle di acciaio , che a loro volta supportavano dei cuscini riempiti di paglia o crine.

Dagli anni 60/70 con l'applicazione del poliuretano espanso elastico (detto gomma piuma) i produttori di divani hanno cambiato modo di realizzare i loro prodotti, inserendo cinghiature elastiche che supportano blocchi di gommapiuma che fanno da sedua e da schienale dei divani.

Quando si vuole scegliere un divano di qualità quindi, è molto importante capire che il poliuretano espanso elastico non è tutto uguale, ci sono le basse o medie densità (5-10-15-20-25) e ci sono le alte densità ( da 30 in su).

La densità identifica quanti Kg al metro quadro servono per far cedere cedere la gommapiuma.

Più è alta la densità più il poliuretano risulterà rigido e più resterà solido nel tempo.

L'imbottitura di un divano di qualità è in poliuretano con densità 30/35 hp per le sedute rigide e/o poliuretano misto piuma per gli schienali o le sedute morbide.
L'imbottitura di un divano di economico è in poliuretano con densità 15/20/25 hp per schienali e sedute.

 Rivestimento di un divano

Divano con una buon rivestimento

Come per la seduta o per l'imbottitura, anche il rivestimento è un ingrediente da prendere in considerazione prima di scegliere un divano.

Il rivestimento di un divano di qualità è completamente sfoderabile con una vasta scelta di tessuti (minimo un centinaio).
Il rivestimento di un divano economico è sfoderabile (attenzione quando è fisso) con poca scelta di tessuti.

Il rivestimento di un divano economico molte volte è parzialmente sfoderabile e a volte addirittura fisso, con poca scelta di materiali. Attenzione, quando un divano viene offerto con pochi rivestimenti molte volte è perché è importato e non rivestito in Italia, quindi se eco pelle o pelle la qualità del rivestimento è quasi sempre pessima e poco duraturo.

 Cuciture ed estetica di un divano

Ultimo aspetto della nostra analisi, ma non meno importante: l'estetica e le cuciture perché tra le cose da sapere prima di scegliere un divano, merita l'accento proprio l'estetica e la perfezione delle cuciture. Un divano con cuciture storte, non è un'occasione! (non sempre).

Cuciture ed estetica di un divano di qualità: cuciture dritte, curate con la stoffa ben aderente, senza pieghe non volute.

esempio di cuciture dritte
Cuciture ed estetica di un divano economico: cuciture imperfette e stoffa che non aderisce perfettamente, causando pieghe antiestetiche.

Come scegliere un divano di qualità?

Un divano prodotto in Italia, da azienda italiana, con personale specializzato in genere viene messo un produzione dopo l'ordine del cliente perché si sceglie ogni dettaglio, dalla cucitura al tessuto, dalle misure alle imbottiture.

Un divano di qualità ha una tempistica di consegna di almeno 2 mesi.

Se un'azienda importa il divano dall'estero i tempi di consegna possono anche azzerarsi, ma la possibilità di scelta e/o personalizzazione diventa molto minore.

L'importazione non sempre è sinonimo di scarsa qualità, dipende però dalla scelta dell'importatore. Lo schema proposto e il confronto nei passaggi aiutano a definire e capire costi e modalità di scelta.

Il prezzo finale del divano identifica quasi sempre la qualità del prodotto che si acquista!

Cosa sapere prima di scegliere un divano?

Si deve fare molta attenzione agli slogan facili, alle pubblicità ingannevoli, agli sconti esorbitanti che arrivano a proporre sconti su un divano anche di un 50% + 50% (ma un prodotto di qualità può veramente avere sconti così importanti?); si deve prestare attenzione al marchio made in Italy, che proprio made in Italy non è (alcune aziende italiane fanno produrre divani di bassissima qualità a ditte cinesi in Italia, quindi anche se tecnicamente è un prodotto artigianale made in italy, in pratica non è proprio così, non è un artigiano italiano che produce il divano con i criteri di qualità del "made in italy") quindi il consiglio è quello di comperare da negozi di fiducia, appurando l'effettiva qualità del prodotto (un artigiano che lavora con la massima qualità è anche trasparente e tende a non deprezzare troppo un prodotto).

Cosa sapere prima di scegliere un divano in pelle?

Per un divano in pelle restano valide tutte le considerazioni appena fatte, quindi attenzione alla struttura, alla seduta all'imbottitura e all'estetica ma serve fare qualche precisazione sulla qualità di pelle che si utilizza.

Se la pelle che si compera è conciata in Italia, Arzignano in provincia di Vicenza è leader nel mondo, si ha un prodotto che dura di più e non tende a screpolarsi nel tempo. Le pelli conciate all'estero, in genere sud America, sono trasportate tramite container, il che vuol dire che sono stipate in ambienti con alte temperature, salsedine e umidità e qualche volta sono anche disidratate con il sale e poi reidratate all'arrivo, processo che rovina la pelle che tenderà poi a screpolarsi e seccarsi.

Un divano in pelle di qualità non è sfoderabile, perché non serve e viene pulito con acqua e sapone neutro per le mani, mai con sgrassatori o simili.

 Vuoi altre informazione su "come scegliere un divano"?  Contatta direttamente l'autore  Alex Caricato al 0424561311 e senza impegno potrai chiedergli nuove informazioni o chiarimenti. 

  • Esempio componibilità divano
Inserito il:29/07/2019 11:47:56
Ultimo Aggiornamento:16/09/2019 09:50:27
Condividi

In evidenza

yost.technology