Pulizia dei lavelli



Pulizia e cura dei lavelli in acciaio inox


Consigli per tutti i giorni, come tenere pulito il tuo lavello in inox


Per la pulizia dei lavelli in acciaio inox si possono usare delle apposite creme per la cura e la manutenzione dei lavelli in acciaio inox o comunque di tutte le superfici inox o cromate. Esistono creme specifiche commercializzate dai vari produttori di lavelli , ma vanno bene anche quelle comprate al supermercato. Di solito si tratta di creme facili da applicare e in grado di proteggere o restituire lustro al tuo lavello. Basta versarne un po' su un panno umido, strofinare delicatamente sulla superficie, magari usando un panno in microfibra e lasciare che faccia presa. A quel punto, risciacquare con acqua e lucidare con un panno asciutto.

Piccoli graffi sui lavelli in inox

Si possono rimuovere anche i graffi dal lavello inox se sono leggeri, sempre usando le creme (per acciaio)  e sempre usando il panno in microfibra:  Applica un quantitativo di pasta sufficiente per coprire il graffio e strofina l'area con il panno seguendo la trama della superficie. Una volta che il graffio apparirà rimosso, risciacqua la pasta in eccesso e pulisci la superficie con un panno asciutto.

  
Macchie ostinate e ruggine sui lavelli in inox


Qualsiasi macchia di ruggine che appare su una superficie in acciaio inox proviene da fonti esterne. Se si desidera rimuovere le macchie di ruggine dai tuoi prodotti, consigliamo di servirsi di detergenti a base di acido ossalico. Per rimuovere le macchie ostinate dall'acciaio inox, utilizzare sempre detergenti delicati e non abrasivi e, alla fine, risciacquare bene eventuale detergente residuo. NON USARE RETINE IN ACCIAIO per pulire l'acciaio inox.

Cose da evitare

Candeggine contenenti ipoclorito
Detergenti per l'argento
Residui alimentari quali succo di agrumi, sale, aceto, mostarda, sottaceti e maionese lasciati sulla superficie per periodi prolungati. Questi alimenti possono causare corrosione
Acidi potenti quali i liquidi per lo sviluppo fotografico o i detergenti per dentiere. In caso di contatto con il lavello, sciacquare immediatamente con acqua pulita
Uso di retine in acciaio

 

 

Pulizia e cura dei lavelli in Fragranite o Granit

 

 

Manutenzione e pulizia di un lavello in fragranite

 
I lavelli in Fragranite o Granit o Granitek ecc.  di solito hanno superfici non porose ( anche se avvolte ruvide) e quindi consentono una veloce pulizia utilizzando un normale detergente liquido e la semplice azione con un panno morbido o una spugna. Il lavello risulterà sempre fresco, pulito ed igienico. Consigliamo una regolare pulizia quotidiana per rimuovere istantaneamente macchie da residui di cibo ed aloni causati da calcare.


Cura e manutenzione straordinaria di lavelli in Fragranite : come pulire le macchia da un lavello in Fragranite o Granit


• LAVELLI DI COLORE CHIARO: Per macchie organiche o di altra natura particolarmente ostinate si consiglia di lasciare sul fondo vasca del lavello una soluzione di detergente biologico o candeggina ben diluita in acqua tiepida, per circa 8 ore (si consiglia di svolgere questa attività durante le ore notturne). Al mattino risciacquare con acqua tiepida ed un panno in microfibra. Nel caso le macchie resistano si potrà ripetere l’operazione più volte.


• LAVELLI DI COLORE SCURO: Per macchie organiche o di altra natura particolarmente ostinate si consiglia di lasciare sul fondo vasca del lavello una soluzione di detersivo per lavastoviglie o bicarbonato ben diluita in acqua tiepida, per circa 8 ore (si consiglia di svolgere questa attività durante le ore notturne). Al mattino risciacquare con acqua tiepida ed un panno in microfibra. Nel caso le macchie resistano si potrà ripetere l’operazione più volte.


Come pulire il calcare dal lavello in fragranite 


Per prevenire la formazione di macchie ed aloni di calcare, si consiglia un trattamento di decalcificazione almeno 1 volta alla settimana. Per la rimozione del calcare, molto visibile nei lavelli di colore scuro, si consiglia la seguente procedura:
1) Lasciare agire per qualche ora sul fondo vasca una soluzione a base di acqua tiepida e normale aceto da cucina o di specifici prodotti anticalcare disincrostanti (BrillCare, ExtraCare).
3) Risciacquare abbondantemente con acqua tiepida ed asciugare accuratamente con un panno in microfibra.


Avvertenze e consigli

• Evitare di appoggiare sulla superficie del lavello pentole o altri corpi caldi che superino i 300 °C / 572 °F
(ATTENZIONE! Il fondo di una pentola appena tolta dal fuoco raggiunge temperature di oltre 600 °C).


Pentole o corpi molto caldi vanno assolutamente appoggiati su idonei sottopentola (in legno, gomma, ecc.).
• Evitare eccessivi shock termici causati dalla contemporanea azione di corpi molto caldi e di corpi molto freddi.
• Non tagliare o tritare alimenti direttamente sul lavello; è consigliabile l’utilizzo di un tagliere in legno iroko o in polietilene che può essere acquistato in abbinamento al lavello.
• Non usare detergenti e liquidi aggressivi, sostanze abrasive ed altamente alcaline, acidi. Non versare nel lavello alcool, benzina, trielina, acetone e solventi in genere poiché possono aggredire la struttura chimica del
lavello in modo irreparabile.
• Non rimuovere residui di sporco o macchie con spugne d’acciaio o abrasive. Potrebbero danneggiarne la superficie.
• Evitare urti accidentali di corpi pesanti o appuntiti che potrebbero danneggiare la superficie del lavello.

 

 
Inserito il:18/05/2022 15:52:04
Ultimo Aggiornamento:23/05/2022 16:40:05
Condividi

In evidenza

yost.technology | 04451716445